Silvia Belviso

Silvia Belviso (Bari, classe 1979) si diploma come maestro d’arte presso il Liceo Artistico “De Nittis” di Bari per poi laurearsi in Lingue e Letterature Straniere con indirizzo storico/artistico. In seguito si iscrive alla bottega d’arte “Ippogrifo” del maestro Signorile. Dieci anni di ininterrotta frequenza all'interno di questa bottega poliespressiva le consentono di approfondire e sperimentare tutte le tecniche pittoriche che le permetteranno di esibire le sue opere in mostre tra Firenze, Roma (dove collabora attivamente con l’Associazione Italiana Aerografisti) e gli Stati Uniti (dove si specializza in ritratto, custom painting e pittura iperrealista presso la Blair School of Art).

Prosegue la sua carriera come pittrice, insegnante e organizzatrice di mostre d’arte nazionali per artisti emergenti e non.


PRINCIPALI  ESPOSIZIONI D’ARTE

  • Gennaio 2011 - Mostra collettiva presso la Art Gallery di Philadelphia (U.S.A.) 
  • 30 Marzo 2013 - Mostra personale negli Stati Uniti “OUT OF SIGHT OUT OF MIND” – Leonardo Da Vinci Art Alliance – PHILADELPHIA (U.S.A)
  • 12 Dicembre 2012 – 23 Gennaio 2013 - Cultura + legalita = Liberta, l’Arte contro le mafia, Napoli - Organizzata dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Napoli in collaborazione con il Dipartimento della Pubblica Sicurezza – Polizia di Stato 
  • 17 Dicembre 2011 – 30 gennaio 2012 - L'ARTE NON E' COSA NOSTRA curata da Vittorio Sgarbi - Evento di chiusura Biennale di Venezia – Padiglione Italia – Sala Nervi del Palazzo delle Esposizioni di Torino

Per informazioni invia una mail all'indirizzo info@spazioart.it oppure contatta il numero 392 371 36 49

Visualizza Opere

Gaetano Condorelli

Gaetano Condorelli nasce nel ’61 a Belpasso (CT). Autodidatta, per lui dipingere è un'emozione che cambia ed è irripetibile. Per questo cerca le regole del disegno e dei colori e le viola per acciuffarne il senso. E’ una ricerca appassionata e senza fine. Solitaria.
I segni, i colori inseguono la luce. Spezzano e frangono le immagini alla ricerca di immagini antiche e presenti. Luce posata su paesaggi o nascosta in figure che interpretano sorrisi, suggeriscono sentimenti. La linea, a volte corposa alle altre sottile, segna i volti, squarcia lo sguardo e scruta l’intimità dell’essenza. E’ la luce del Sud, sono i colori del Sud, è l’anima del Sud. Le tele non contengono l’intero, ma ci offrono accenni precisi, scrutabili con lo sguardo e l’empatia.
L’emozione modifica il punto di vista. A ciascuno il suo. E tutto cambia.
Una evoluzione che attraversa i ritratti e restituisce il carattere di figure che ciascuno riconosce nel proprio vissuto. Sono protagonisti della vita dell’artista, donati al pubblico per farne patrimonio comune di colore e calore. Storie di vita, storie di luce. Una luce del Sud che penetra abissi ed emerge luccicante negli occhi amati.

Per informazioni invia una mail all'indirizzo info@spazioart.it oppure contatta il numero 392 371 36 49

Visualizza Opere